giovedì 17 luglio 2008

i cani sono pericolosi

Ebbene si, lo ammetto i cani sono pericolosi! Essi mordono, mordono le persone adulte e mordono anche con maggiore frequenza i bambini! 
Certo è estremamente raro che i morsi causino grossi danni tali da portare anche alla morte del povero malcapitato, e per dirla tutta i poveri cani sono molto meno pericolosi rispetto a qualunque attrezzo di cucina, rispetto alle auto, rispetto ai pattini, ad un pallone, alle ciabatte alle scale a pioli e chi più ne ha più ne metta. Se andiamo a vedere le statistiche degli incidenti noteremo che i cani perdono per grandissimo distacco  in termini di pericolosità rispetto ad ognuno di questi oggetti di uso comune.  Per farla breve, i casi di cani che mordono provocando dei seri danni sono casi estremamente rari, soprattutto se rapportati alla grande popolazione canina con cui oggi conviviamo.
Eppure, periodicamente l'opinione pubblica indice crociate contro i cani, e i nostri governanti indignati, spalleggiati dall'esperto di turno indicono leggi sempre più severe contro i poveri cani, bandendo questa o quella razza,  facendo spesso di tutta l'erba un fascio, inserendo l'obbligo della museruola, e tanto altro.
Vorrei esprimere un concetto molto chiaramente: per quanto potremo sforzarci di intraprendere un cammino proficuo  verso la prevenzione di questi incidenti, e vi posso assicurare che in questo campo siamo molto indietro, non potremo mai evitare che capiti qualche incidente di percorso. Giusto come per fare un esempio che mi sembra calzi a pennello  per quanto le case automobilistiche si sforzino a costruire macchine sempre più sicure, non  arriveranno mai ad evitare qualche incidente. 
Cosa vogliamo fare allora: rinunciare alle auto, rinunciare ai cani, perdendo in un colpo solo oltre che ad un amico fedele anche un perfetto ausiliario nel campo della ricerca di persone scomparse, di assistenza ai disabili, delle forse di polizia, e tutto il resto?
E' certamente giusto fare una corretta prevenzione affinchè questi incidenti pur così rari vengano ulteriormente ridotti, con una corretta informazione sul pianeta cane a partire dall'età scolare, con una corretta informazione anche dei genitori, con una corretta gestione dell'allevamento che dovrebbe inserire nei programmi di riproduzione solo cani equilibrati, con una corretta informazione dei proprietari che devono avere ben chiaro che è una loro responsabilità educare il cucciolo affinchè sia perfettamente a suo agio in presenza di persone estranee. di bambini, degli altri cani, che abbia una buona inibizione del morso. Ebbene, quante di queste vengono fatte oggi per prevenire il problema? Vi rispondo io: ben poche! Si pretende che il cane sia educato, impari determinate cose da solo, magicamente, e poi si interviene indignandosi e promuovendo leggi speciali una volta successa la frittata.  Non mi sembra un modo corretto di agire. 



venerdì 4 luglio 2008

il perchè di un cane

Recentemente una mia cliente, venuta insieme al figlio a chiedere informazioni su vari corsi, ha iniziato una discussione filosofica del perchè prendere un cane, quali benefici ci porta un cane e così via discorrendo. Devo dire in tutta onestà che ho trovato encomiabile e molto forte la passione del bambino verso i propri cani, mentre la madre mi è sembrato tenesse i cani più per  accontentare il figlio che per un proprio piacere personale. 
Ammetto che la domanda mi ha colto un pò alla sprovvista, ma le motivazione per cui ognuno di noi alleva un cane possono essere molteplici e ognuna la più disparata e diversa dall'altra.
Io posso parlare dei miei perchè!  
Io allevo i cani praticamente da sempre, li allevo perchè mi piacciono, adoro il modo in cui mi osservano quando mi muovo per il giardino affaccendato nelle faccende domestiche e loro non mi tolgono mai gli occhi di dosso scrutando ogni mio movimento. 
Adoro come mi fanno le feste quando rientro in casa anche solo dopo poche ore di assenza, adoro carezzarli, coccolarli, accudirli, constatare giorno dopo giorno l'amore che nutrono nei miei confronti.
Mi piace stare insieme a loro, giocare con loro, addestrarli,  mi sento profondamente gratificato quando finalmente riesco ad insegnare loro un nuovo comportamento,  godo della loro compagnia, della loro intelligenza della loro perspicacia.
Più in generale, i cani ci donano il loro immenso affetto, ci aiutano a superare i momenti difficili , sanno comprendere il nostro stato d'animo e ci sono di conforto quando siamo un pò giù di morale. Alcuni studi hanno poi stabilito che chi possiede un cane è meno soggetto ai rischi delle malattie cardiovascolari, che carezzare un cane ci rilassa e diminuisce il nostro livello di stress, che chi gioca con un cane conserva una maggiore capacità di godere la vita, di giocare anche in età più avanzata. 
Oggi che è così difficile trovare un amico sincero, possedere un cane è ancora più importante, è un grande dono nelle nostre vite, mi auguro saremo in grado di conservarlo a lungo dandogli il giusto peso, il giusto valore. 
Antonio Sciarratta