lunedì 19 maggio 2008

expo Modica


Ancora un successo per la nostra piccola  border collie  " fata"  capace di conseguire in appena due giorni 2  cac e 2 migliori di razza alle due esposizioni nazionali di Modica del 17 e 18 Maggio 2008. Successo ulteriormente impreziosito dal 3 ° posto al raggruppamento conseguito alla expo del 17 maggio. Che dire: siamo molto soddisfatti, e ulteriormente orgogliosi di possedere un cane che coniuga il bello e il bravo, davvero il cane ideale!

sabato 10 maggio 2008

collari


Sono stanco di dover giornalmente combattere una battaglia contro coloro che addestrano i cani mediante i collari . Mi chiedo come è possibile che la gente così sensibile e così pronta a sviscerare il proprio amore per il proprio  cane, poi non esiti a mettere un collare a strangolo, a punte, elettrico al cane per provvedere alla sua educazione. Possibile che nel 2008 , in un era così tecnologica, dove in ogni famiglia c'è un computer e dove tutti utilizzano internet, la gente non si prenda la briga di informarsi, di navigare nei vari siti cinofili, prima di scegliere  che tipo di strumenti utilizzare per addestrare il proprio cane? Sono stanco di sentire le balle di taluni che dicono di adoperare il metodo gentile basato sul rinforzo positivo e poi montano al cane un collare a punte per insegnargli a camminare al guinzaglio correttamente. Non si può affermare che ogni strumento può essere utile purchè se ne faccia buon uso con un collare a punte. Non può esistere un buon uso di un collare a punte, come non può esistere  un buon uso di qualsiasi strumento di tortura, di un qualsiasi strumento che infligge dolore, che causa ansia, paura, terrore. Davvero volete addestrare i vostri cani in questo modo? In ogni lavoro ci sono delle nuove metodologie, ed ogni serio professionista ha il dovere professionale di aggiornarsi, di essere al passo con i tempi, di tornare a studiare se è necessario, non si può rimanere ancorati a vecchie tecniche, come si suol dire chi si ferma è perduto! Ogni proprietario ha il dovere morale di sapere, di essere perfettamente informato, sulle tecniche di addestramento, sui vantaggi e sugli svantaggi di ogni tecnica e scegliere per il meglio, tenendo nella dovuta considerazione innanzitutto la salute del cane.  Vedere persone che girano con Fido al guinzaglio, strattonandolo ad ogni metro con un collare a strangolo,  senza tra l'altro ottenere alcun risultato, è qualcosa di assolutamente ingiustificabile.  Dimostrate con i fatti di amare i vostri cani, gettate nella spazzatura collari a strangolo, a punte, elettrici, acquistate una semplice pettorina e recatevi da un professionista serio, ce ne sono diversi in ogni parte d'Italia, un professionista che in quanto tale si aggiorna, studia continuamente, si mette continuamente in gioco, non ha paura di andare incontro al progresso, non rimane ancorato a vecchi sistemi obsoleti solo perchè non ha voglia di rimettersi a studiare, o magari perchè convinto di sapere già tutto e di non aver niente da imparare, quale presunzione! Nella vita non si smette mai di imparare, pensate per un attimo ai progressi fatti dalla medicina negli ultimi 50 anni e rapportatelo nel campo dell'addestramento canino. Vi assicuro che grandi progressi sono stati fatti anche qui, quindi, per favore, informatevi, girate, parlate con più persone, prima di decidere come addestrare il vostro cane, scegliete cosa è meglio per lui e per voi, farete un grande favore ad entrambe, al vostro cane che potrà imparare serenamente e a voi stessi che sarete gratificati dal miglioramento del vostro rapporto con Fido e dal vederlo davvero felice di imparare e di riuscire finalmente a soddisfare le vostre aspettative. Dopo tutto basta questo a renderlo un cane felice!
Antonio Sciarratta

domenica 4 maggio 2008

Pet therapy alla casa di riposo " raggio di Sole" di san Biagio Platani


venerdi 2 maggio, ci siamo recati presso la casa di riposo " Raggio di Sole" di San Biagio Platani per un incontro di pet therapy consistente in attività ludico ricreative cane ( la mia border collie fata) anziano. All'incontro hanno partecipato anche diversi bambini, parenti degli ospiti della casa di riposo e dello staff degli operatori. Ne è venuto fuori qualcosa di davvero carino, con bambini ed anziani coinvolti nei giochi, nel divertimento negli applausi. Da questo punto di vista, davvero l'uomo ha la grande capacità di divertirsi giocando a tutte le età, come il cane del resto. Ci siamo sentiti davvero molto gratificati nel vedere gli anziani sorridere e divertirsi, tornare bambini insieme ai bambini, è stato davvero gratificante regalare loro un sorriso ed un pomeriggio diverso dal solito tran tran, all'insegna dello svago e del divertimento. 
Antonio Sciarratta